Pro-muovere la dignità e il valore delle persone

La giornata internazionale dedicata al Servizio Sociale degli ultimi anni ci ha offerto la possibilità di ragionare sulla promozione dei diritti umani che il Servizio Sociale è tenuto costantemente a tutelare e difendere in ogni sua forma Abbiamo ragionato nel primo anno su come i significati di dignità e valore umano, possono essere pro-mossi (muovere verso) in questo sistema di Welfare, dove la promozione, da fondamentale funzione del Servizio Sociale, è diventa un’azione quasi residuale se non del tutto sparita non per scelta ma per necessità (politico-istituzionale o professionale?). La “dignità umana” è il diritto proprio di ogni essere umano, a essere rispettato come uomo/donna. Un diritto implicito nell’esistenza e dunque oggettivo, in uno stato di diritto, dove giustizia e uguaglianza davanti alla legge ne consentono il rispetto. Quindi dignità come punto di riferimento primario, attorno a cui ruotano etica e deontologia professionale del Servizio Sociale. In seguito abbiamo ragionato sull’esigenza di riappropriarsi della FUNZIONE PROMOZIONALE propria del servizio Sociale che può concretamente rispondere con coerenza e sostanza al quesito postoci, magari anche lottando affinché essa sia possibile. Tale funzione infatti continua a non essere la principale nel lavoro sociale oggi, se ne parla ma non si realizza, si spera che si realizzi ma non si investe per farlo. Gli Enti pubblici per primi non investono politicamente e quindi non indirizzano per questa via, pur pretendendo spesso che si persegua nel merito. Gli operatori del settore in parte provano a ricavare spazi promozionali ma poi non sempre dopo la battaglia per averli riescono a presidiarli. Quindi si è ragionato su modalità innovative e diverse per agire nel concreto a sostegno di chi opera affinché si renda possibile il raggiungimento del più alto obiettivo professionale che è PRO-MUOVERE LA DIGNITA’ E IL VALORE DELLA PERSONA, partendo anche dalla promozione della dignità e del valore del professionista-persona e lavoratore. Grazie alle competenze del Dott. Zen è stato anche scritto e poi recitato un racconto metafora.

– Dignità e valore della persona, dalla teoria alla pratica professionale
– Pro-mozione dei diritti umani eLavoro sociale, aspetti pratici e politici
– Che cosa potremmo fare per essere professionisti che pro-muovono la dignità e il valore della persona
– Che cosa dovremmo imparare meglio per essere professionisti che sanno pro-muovere la dignità e il valore
della persona
– Che cosa dovrebbero fare perché noi potessimo essere professionisti che pro-muovono la dignità e il
valore della persona

Assistenti sociali, psicologi, insegnanti, medici, educatori, infermieri, operatori socio sanitari e altri operatori delle professioni di cura.

Il corso si svolge in modalità FAD (formazione a distanza) attraverso l’accesso ad un’area web riservata in cui è possibile accedere a: video dei moduli formativi predisposti dai docenti, dispense e tutti i materiali utilizzati e prodotti, altri materiali di approfondimento appositamente selezionati .
E’ previsto un test finale di verifica dell’apprendimento.